L’analista sull’Imminent Major Bitcoin Price si è mosso a seguito di una volatilità storica notevolmente bassa: „Mettiti la cintura di sicurezza“

Il re delle crittocurrenze, bitcoin (BTC) ha esteso la sua fase di consolidamento a circa 9.200 dollari, dopo un rifiuto critico a 9,5 mila dollari all’inizio di questa settimana. Sia i tori che gli orsi sembrano aver raggiunto una situazione di stallo, con nessuna delle due parti che gestisce un forte movimento in entrambe le direzioni.

Anche la criptovaluta si sta avvicinando ai livelli

Anche la criptovaluta si sta avvicinando ai livelli più bassi di volatilità, il che significa che l’azione dei prezzi è all’orizzonte. Secondo l’analista di crittografia e co-fondatore di Blockroots, Josh Rager, gli investitori dovrebbero prepararsi a ciò che accadrà nelle prossime settimane.

L’ultima volta che la volatilità storica di BTC è stata così bassa, è stato seguito un movimento di prezzo del 30%-60%: Josh Rager
Al momento della stampa, Bitcoin Revolution è scambiato a 9.227,58 dollari. Questo è il prezzo medio a cui è stato scambiato nelle ultime due settimane. Questo è il risultato della diminuzione della volatilità nel mercato del bitcoin.

In un tweet del 12 luglio, Rager ha notato che la volatilità storica del bitcoin (HV) si sta avvicinando a 40. Storicamente, essendo la volatilità del bitcoin così bassa, è sempre stata seguita da un movimento di prezzo mastodontico tra il 30% e il 60% nelle settimane a venire, ha inoltre dichiarato allegando un grafico a supporto della sua analisi.

Dai livelli di prezzo attuali, un’esplosiva mossa al rialzo del 30% porrebbe BTC a circa 12.000 dollari. Analogamente, una mossa al ribasso del 30% manderebbe la moneta a 6.500 dollari. In ogni caso, consiglia agli investitori di bitcoin di allacciare le cinture di sicurezza in vista della prossima grande mossa.

Rispondendo a un utente di Twitter che gli ha chiesto se secondo lui BTC ha più probabilità di arrivare a 12.000 dollari o a 6,5 milioni di dollari, l’analista ha postulato:

„Alla fine arriverà a più di 12.000 dollari. 7200 dollari sono un’area forte per il supporto. Voglio prenderlo di livello in livello. Ma potrebbe muoversi velocemente quando lo farà“.

La prossima grande mossa favorisce fortemente i tori

Dopo un periodo così lungo di azione statica dei prezzi, la domanda che si pone la maggior parte degli investitori in questo momento è se il bitcoin ha superato il limite ed è pronto per un calo o se poi arriverà un’encierro.

Va notato che alcuni indicatori indicano un imminente avanzamento verso l’alto per il crypto di riferimento. Ad esempio, i nastri Hash Ribbons sono passati al lato rialzista e hanno stampato un segnale „buy“ per la primissima volta dopo diversi mesi, come ha notato il collega analista di bitcoin Moon Capital.

I nastri di hashish sono considerati un indicatore altamente affidabile dai tori. Nel 2016, ad esempio, la formazione di questo segnale è stata seguita da un’impennata di oltre il 3000% nei mesi successivi.

Anche il digital asset manager di Capriole, Charles Edwards, ha osservato il segnale di „buy“ dell’Hash Ribbon. Secondo Edwards, se il prezzo del bitcoin „chiude questo ogni giorno sopra i 9230 dollari, il segnale „buy“ sarà confermato“.

Con la volatilità storica ai minimi storici e con il segnale Hash Ribbon quasi confermato, la prossima grande mossa del bitcoin potrebbe essere a favore del toro.

Categories Bitcoin

Post Author: admin